skip to Main Content

Stemma famiglia RINUCCINI

La famiglia RINUCCINI era titolare di alcuni possedimenti nella Terra d’Empoli, e possedevano anche la Villa di Empoli Vecchio (detta poi Villa Azzolino) situata ancora oggi nell’omonima località e vicino a Santa Maria a Ripa.
Tale cognome risulta censito anche tra i possessori di immobili nel castello di Empoli nell’Imposizione della Fogna del 1759, relativamente ad una <<casa da cielo a terra>> situata nell’allora Via Ferdinanda (oggi Del Papa) vicina all’incrocio con Via Ridolfi.
Lo stemma è situato su di una facciata intonacata di un edificio che, presumibilmente, doveva far parte dell’intero compendio della villa; in particolare, si tratta della stessa costruzione avente all’interno un doppio colonnato in pietra serena conferente l’aspetto di una antica chiesa già trattato in precedenza ↗.
Inoltre, a pochi metri dal presente stemma, sulla facciata perpendicolare risulta apposto un altro riportante l’arme dei Guicciardini, già pubblicato su queste pagine.
Di fianco allo stemma dei Rinuccini vi è pure un’iscrizione lapidea citata pure dal prete Pogni.

                       di Carlo Pagliai

↖ CONSULTA IL REPERTORIO DEGLI STEMMI E FAMIGLIE


Descrizione araldica:
D’argento, alla banda di losanghe accollate d’azzurro, accompagnata in capo da un lambello a tre pendenti di rosso[1]

Ubicazione:
Empoli, Loc. EmpoliVecchio presso S. Maria a Ripa, Via Livornese 137.

Tipologia:
 blocco monolitico, scalpellato in pietra serena; apposto in facciata nel portale in pietra serena contornante un’apertura con vetrina; il concio lapideo centrale, su cui vi è scolpito lo stemma, appare inserito quale sostituzione di altro precedente, privo di arpioni o staffe metalliche ma con interposti blocchetti in pietra arenaria.

Stato di conservazione:
buona, ma presenta un episodio di esfoliazione localizzato e polverizzazione diffusa sulle decorazioni concave.

Note: nessuna.


Note e Riferimenti:
[1] ASFi, Fondo Ceramelli Papiani, Famiglia Rinuccini, fasc. 4031;

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top