skip to Main Content

Il pizzino giallo del Lastra…

18 marzo 2013

Ottima la ricerca telematico-elettronica-digitale sul piato di inopia.

Bravo il Pagliai  e bravo il Pianigiani. Quest’ultimo però ha sbagliato  scrivendo  che  “piato”  dovrebbe essere il participio passato  di  “piatire”.

Piatisco,   piativo,   piatii,   piatito,  piatire.

Questo è  il paradigma del verbo  “piatire” in buona lingua italiana.

Piato è  sostantivo  derivante sì da “Placitum”, ma del tutto peculiare.

Oggi i più,   sbagliando   di grosso,   scrivono  “pietire”,   anziché “piatire”,  col significato di “invocare frignando” .

Ma la “pietas”  non c’entra per niente. Quindi:   “piatire”  con uggiosa e lacrimosa insistenza.

Pietà l’è morta. Piatir bisogna.

Lastra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top