skip to Main Content

Empoli sul finire dell’Ottocento…

Da questo vecchio documento a stampa si ricavano parecchi spunti d’indagine… uno in particolare ci ha colpito: l’acqua bicarbonata della Fonga (o della Fogna), aggiunta di calcare, che scaturiva a 17 gradi dalla terra.

Lavori stradali in Via Marchetti nel 2004

Lavori stradali in Via Marchetti nel 2004

E dov’era questa sorgente? Dalle pubblicazioni a carattere scientifico divulgativo, prontamente trovate, risulta che queste acque sorgive erano dentro la tenuta del Cotone.

Ecco qui il copia e incolla:

2. Dell’ acqua della Fogna tenuta del Cotone  Comunità d’ Empoli.

Quasi’ acqua non dovendo essere usata per bevanda, ma adoprarsi per far dei bagni, sarebbe cosa indifferente il sapere, se vi regna o nò l’ umido freddo nella state, ed appunto è situata sopra una collina, ove dominano tutti i venti, nè i vapori vi ristagnano, ed in conseguenza l’ aria vi è buona. L’ acqua è fredda, e si dovrà riscaldare artificialmente, e si potrà trasportare alla non lontana Terra d’ Empoli, onde servirsene per farvi le immersioni.

 

Fonte:

TRATTATO FISICO-MEDICO SULLE ACQUE MINERALI DEI COMPARTIMENTI DI SOPRINTENDENZA COMUNITATIVA

D I  FIRENZE E AREZZO, DI GIUSEPPE GIULJ

PUBB. PROFESSORE DI STORIA NATURALE  NELL’IMP. E REALE UNIVERSITÀ DI SIENA, MEMBRO DEL COLLEGIO MEDICO DI DETTA CITTA’, SOCIO DELL’ ACCADEMIA R. DELLE SCIENZE DI TORINO, MEMBRO DELLA SOCIETÀ FRANCESE DI STATISTICA UNIVERSALE DI PARIGI , CORRISPONDENTE DELLA, SOCIETÀ STATISTICA DI LONDRA, E DI MOLTE ALTRE D’ ITALIA ED ESTERE, MEDICO RETTORE DEI REGJ BAGNI DI MONTECATINI.

Pubblicato in Siena nel 1834

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top