26 Dicembre 1943: il bombardamento di Empoli

Erano le ore 13.10, numerose le famiglia non ancora sfollate dalla città che erano riunite attorno al proprio focolare per il pranzo di S. Stefano.

pochi attimi dopo lo sgancio….

Gli aerei degli Alleati non ebbero pietà e, puntuali come un orologio, martellarono il capoluogo di Empoli per distruggere l’obbiettivo prefissato.

Esso era lo scalo merci della stazione ferroviaria, allo scopo di tagliare i rifornimenti e rinforzi verso il fronte di guerra, che in quel momento era poco a sud di Montecassino.

Sfatiamo la credenza che l’obbiettivo fosse la ferrovia e la stazione: partecipando ai diversi eventi commemorativiconvegni sull’argomento, è rimasto appurato che l’esercito germanico fosse in grado di ripristinare il collegamento ferroviario in pochissimi giorni.

Il bombardamento invece mirava a distruggere il contenuto presente nei numerosi vagoni merci diretti a sud, quali rifornimenti di carburanti, esplosivi, munizioni, derrate e quant’altro fosse destinato alle truppe naziste in quel momento impegnate a contrastare l’avanzata degli Alleati nel Meridione italiano.

Rispetto a quanto erroneamente detto e immaginato anche dagli empolesi di oggi, si deve precisare che questo fu il primo e unico bombardamento programmato per lo scalo ferroviario, e nessuna bomba cadde sul centro storico: le tante immagini di distruzione relative al Giro d’Empoli sono tutte da ricondurre alla pianificata operazione di abbattimento con mine operata dai tedeschi il 24 Luglio 1944, quando ormai erano in ritirata sul nostro territorio.

Claudio Biscarini, nostro amico e principale autore di questo blog ha scritto numerosi libri e svolto svariati convegni sull’argomento, sviscerando tutti gli aspetti e sgombrando il campo da ogni dubbio. Ecco perchè rimandiamo la lettura agli approfondimenti pubblicati sui rispettivi argomenti e focus.

§

APPROFONDIMENTI SUL 26 DICEMBRE 1943:

Inizia il bombardamento su Empoli

Una commemorazione – di Claudio Biscarini

Il luccichio delle bombe – di Leandro Piantini

Bombardamenti aerei sulla Toscana 1943-45 – di C. Biscarini

§

This Post Has 0 Comments

Lascia un commento