skip to Main Content

Stemma famiglia BORGHERINI

La famiglia Borgherini, originaria di Cerreto Guidi[1], risulta proprietaria di un cespite situato all’interno del castello di Empoli secondo quanto censito nell’Imposizione della Fogna del 1710, nella quale la stessa famiglia è accompagnata dal titolo di cavaliere.

<< 299. Ill:o Sig:e Cav:e Bolgherini una bottega, e casa da cielo a terra tiene a pigione Francesco Ceccarelli paga L 10. – Conf:Mainardi, viuzzo via de Padri di S. Agostino via ferdinanda, e Dazzi  – L 10. >>

Per maggior precisione nel censimento risulta il cespite n. 299 intestato a Bolgherini, con la “L”, tuttavia deve essere inteso come un errore di trascrizione in quanto nel cespite successivo n. 300 appare tra i confinanti “Borgherini” con la “R”, e addirittura nell’Imposizione del 1759 appare il solo termine corretto “Borgherini”.
La suddetta proprietà dei Borgherini era collocata in via Ferdinanda oggi via Giuseppe Del Papa, nei pressi del chiassetto recentemente riaperto al pubblico.

↖ CONSULTA LA POSIZIONE DELL’EDIFICIO NEL 1710 (cercare il cespite n. 299)

La famiglia dei Borgherini aveva anche il patronato sullo Oratorio e Spedale di S. Iacopo “fuori delle mura” a Cerreto Guidi la cui menzione risale per la prima volta nell’ottobre 1466 in base a una visita pastorale del vescovo di Lucca[2] ; il patronato alla data del 15/02/1542 era in carico a Francesco di Salvi Borgherini, come appare dalla Bolla vescovile[3] di Lucca Francesco Sforza Riario.

↖ CONSULTA IL REPERTORIO DEGLI STEMMI E FAMIGLIE

Stemma dei Borgherini - Foto di Carlo Pagliai

Stemma dei Borgherini – Foto di Carlo Pagliai


 

Descrizione araldica:
Di rosso, alla banda d’oro, caricata di tre rose del campo.[4] cittadinanza fiorentina, quartiere di S. Maria Novella, Vipera.

Ubicazione:
Cerreto Guidi, Via Vittorio Veneto n. 30, facciata principale Oratorio di San Iacopo;

Tipologia: blocco monolitico, scalpellato in pietra serena e incassato nella parete muraria.

Stato di conservazione:
buono, anche se presenta degradi in atti quali esfoliazioni e microdistacchi localizzati, lievi polverizzazioni superficiali;

Note: nessuna

Note e Riferimenti:
[1] ASFi, Fondo Ceramelli Papiani, Famiglia Alessandri fasc. 893; ASFi, Manoscritti, 253, “Priorista Fiorentino” di B. Benvenuti e Lorenzo M. Mariani, inizio sec. XVIII, vol. IV, c. 1498 V;
[2] Inventario dell’Archivio Baldovinetti Tolomei pubblicato su Suddidi Eruditi, Rita Romanelli, Roma 2000, rubrica n. 6 a pag 6.
[3] Ibidem;
[4] ASFi, Fondo Ceramelli Papiani, Famiglia Alessandri fasc. 893;

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top