skip to Main Content

Statuto comunale di Empoli (1415-1416) Rubrica XLVI.

← TORNA ALL’INDICE DELLO STATUTO DI S. ANDREA (1415 – 1416)

Delle ferie e dei feriali. Rubrica XLVI.
Ad honore et reverentia dello omnipotente Dio et di tucti i santi, statuto, ordinato et diliberato fu per li decti statutarij che tutti et ciaschedunj di infrascripti in nella terra d’Empoli et in nel decto populo s’intendino essere et siano feriati, et simile tucte et ciaschedune altre feste le quali sono comandate doversi guardare dalla sancta romana chiesa, et che in essi dì, o vero in alcuno d’essi, niuna ragione si faccia nè renda, nè anchora piatire si possa, nè alcuno gravamento o captura realemente o personalmente, fare si debba, nè possa, ma in tutti li altri di piatire et causare si possa, salvo che in nelli infrascripti come detto è, i quali s’intendino essere et siano feriati. Et quello che in ne’ decti dì feriati si facesse non vagl[i]a et non tenga, ma esso facto s’intenda essere et sia vano et casso et di niuna efficacia o vero valore, I quali dì feriati sono et essere s’intendino questi, cioè:

– Tucti et ciascheduno dì delle domeniche

– Tucti et ciascheduno dì delle feste delli apostoli

– El dì d’ognisanti con uno dì innanzi et uno dì drieto proximo subsequente, cioè il dì de’ morti

– Il dì della festa del sancto Giovanni Baptista del mese di giugno con quattro dì innanzi et con quattro dì drieto alla decta festa proximi subsequenti

– Il dì della festa del beato messere sancto Andrea, capo, guida et proteptore della terra et comunità d’Empoli con quattro dì innançì et con quattro dì drieto quindi proximi subsequenti

– Il dì della Natività del Nostro Signore Dio con quattro dì precedenti et quattro dì drieto quindi proximi subsequenti

– Il dì della Pasqua della Resurrezione del Nostro Signore Yesus Christo con quattro dì precedenti et quattro dì quindi proximi subsequenti

– Il dì della ascensione et uno dì innançi et uno dì drieto quindi proximo subsequente

– Il dì del corpo di Christo et il dì dinanzi et il dì drieto quindi proximo subsequente

– Il dì della pasqua della Pentecoste et quattro dì innanzi et quattro di drieto quindi proximi subsequenti

– il dì della festa di Sancta Maria di mezo Agosto

– Il dì della festa di sancto Donigio la quale è a dì nove del mese d’octobre

– Et generalmente tucti li altri dì delle feste comandate dalla sancta chiesa.

← TORNA ALL’INDICE DELLO STATUTO DI S. ANDREA (1415 – 1416)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top