skip to Main Content

La Vergine con bambino nel Vicolo della Gendarmeria a nuova vita – di Andrea Meini

di Andrea Meini
E’ dal 1989 che ho lo studio in questo (penso) vero e unico vicolo di Empoli e da sempre o per lo meno a memoria d’uomo sotto gli archi che si aprono nella piazzetta della Gendarmeria, esiste una nicchia predisposta all’alloggiamento di un’immagine sacra.
Sempre a memoria d’uomo, nella piccola edicola, era alloggiato un bassorilievo in terra cotta raffigurante la Vergine con Bambino.
Verso la fine degli anni novanta una mano, forse troppo “devota”, ha prelevato la terracotta lasciando nuda la nicchia.
Per un periodo nessuno si è accorto del maltolto e nell’indifferenza generale è rimasta così ancora del tempo, finché mi sono deciso a colmare quel vuoto progettando e dipingendo ad affresco una Madonna che fosse del Vicolo Gendarmeria.
L’immagine si presenta nella classica tipologia iconica con la Vergine di tre quarti che osserva il bambino che, giocherellando con la mano e il piede, mostra il melograno simbolo del martirio. Un martirio però fecondo, come il frutto pieno di semi.
La personalizzazione che ho voluto per identificare la Madonna con il vicolo è descritta nello sfondo, dove viene rappresentato l’arco con il suo capitello, riconoscibile con quello reale che, ancora visibile, chiude l’ultimo arco prominente la piazzetta.
Il lavoro però non poteva considerarsi concluso se non con una solenne benedizione da parte del Proposto che provvederà a officiare un rosario e il rito della benedizione Domenica 6 ottobre con la presenza della popolazione alle 18:00 sotto l’edicola in Vicolo Gendarmeria.

Nota di Carlo Pagliai e Paolo Pianigiani:
E’ veramente bello vedere ancora gesti che testimoniano amore e interesse per la città da parte degli abitanti.
I complimenti vivissimi ad Andrea.
GUARDA SULLA MAPPA: http://goo.gl/maps/mahke

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top