skip to Main Content

1273 Agosto 23: Cessione di Empoli dai Conti Guidi ai Fiorentini

Si pubblica la trascrizione del documento della <<Restituzione, o Vendita di Terre, e Castelli fatta da’ Conti Guidi a’ Fiorentini l’ an. 1273. per soddisfare i vari loro debiti; tratta dalle Riformagioni Lib. XXIX a 157.>>, stipulata il 23 agosto 1273.
La trascrizione proposta è pubblicata sul Tomo 8 delle Delizie degli Eruditi Toscani, Istoria Fiorentina di Marchionne di Coppo Stefani, Libro III, Monumenti, a c. 129, edita in Firenze l’anno 1777; qui si legge che la trascrizione è stata a sua volta estratta dal libro delle <<Riformagioni fiorentine Libro xxix a 157 e riportata nell’antico Cod. MS. di S. Paolino a 233. e nell’altro di Famiglie a 119.>>[1]

L’atto serviva a soddisfare i creditori per debiti e gravami contratti dalla famiglia dei Conti Guidi, in particolare i debiti a carico del Conte Guido Salvatico <<Domini in Thuscia Palatini>> del suo padre Conte Ruggeri e e del loro avo Conte Guido Guerra (quale, di preciso ? ), i quali convennero la cessione (o meglio, il passaggio sotto la giurisdizione) al Comune di Firenze dei possessi e castelli, per un controvalore pari a ottomila fiorini.

Con tale atto veniva statuita la definitiva scomparsa delle fidelitas e delle servitù di origini feudali, in quanto tutti gli empolesi, indipendentemente dalla loro classe di rustici, villici, burgensi o castellani, divennero <<liberi comitatini civitatis Florentiae>> in data 23 ottobre 1273 [2]; da tale atto derivarono nuovi adempimenti, tra cui l’obbligo per gli <<homines & Comune de Empoli>> di stipulare gli atti pubblici per mezzo di scrittori o <<scribi omnes>> del Comune di Firenze.
Il passaggio di giurisdizione riguardante i possessi dei Conti Guidi riguardava i Comuni e <<homines>> di Montemurlo, Montevarchi, Empoli, Monterapoli (Monterappoli), le terre di Greti ovvero Vincio (Vinci), Cerreto (Guidi), Colegonzoli (Collegonzi), Musignano, Colle Petrae (Colle alla Pietra).[3]

Ormai la sudditanza sotto il dominio di Firenze era giunta a compimento di pari passo alla decadenza della Famiglie dei Comites Guidi.

← TORNA ALL’ARCHIVIO DOCUMENTALE DSE

Note e Riferimenti:
[1] Delizie degli Eruditi Toscani, Tomo VIII, p. 129 e segg.
[2] Delizie degli Eruditi Toscani, Tomo VIII, p. 132 e segg., nella quietanza della suddetta vendita.
[3] Ibidem, pag. 129.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top