skip to Main Content

Le nuove Mura sud di Empoli

Sono in via di chiusura i lavori di manutenzione al cavalcavia della Superstrada Fi.Pi.Li all’altezza dei cimiteri, rimuovendo addirittura un piccolo arbusto cresciuto in sommità sopra a un pilone di sostegno.
Da un’attenta osservazione dello scatto si può facilmente percepire la trasposizione metaforica dell’attuale cavalcavia con le mura medioevali di Empoli, quasi a significare l’essenza similare con la porta giudea o senese una volta esistente presso l’incrocio tra via Ridolfi e Piazza del Popolo.
La superstrada si è dimostrata, nel bene e nel male, una vera cintura di contenimento dell’espansione urbanistica verso sud; in via neanche troppo provocatoria gli si può riconoscere il ruolo di manufatto preminente per funzione infrastrutturale e paesaggistica.

Sarebbe giunto il momento di concepirla non più solo come una mera infrastruttura di cemento, ma riconoscerne la potenziale mimesi in opera d’arte.
Percorrendo alcuni tratti autostradali in nord Italia, e anche il tratto sud della S.S. 429bis presso Poggibonsi, non mancano gli esempi di cavalcavia caratterizzati da una compagine estetica dignitosa, in alcuni casi ammirevole.

Si ritiene dunque fissare lo spunto per avviare un restyling dei cavalcavia, e nel caso di quello in premessa ai cimiteri, rimodularne il decoro in maniera tale da sottolineare l’attuale ruolo di “neo-porta senese”. Magari con un concorso di idee.

          Carlo Pagliai

Empoli - Cavalcavia Superstrada 18-12-2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top