skip to Main Content

02 Febb 1945: collisione sui cieli empolesi – di Claudio Biscarini

Il 2nd Lieutenant Thomas E. Gomez

Il 2nd Lieutenant Thomas E. Gomez

Era un venerdì quel 2 febbraio 1945. Il sole nasceva alle  7 e 22 e tramontava alle  17,26. Il tempo era cattivo, come può esserlo in febbraio. Due cacciabombardieri Thunderbolt P 47, di base a Pisa, erano in volo di pattuglia sulla zona di Empoli. Il P 47 era un velivolo robusto, uno dei migliori cacciabombardieri alleati. I suoi piloti lo soprannominarono Jug forse dovuto al fatto che somigliasse a un bidone del latte, detto milk jug , o in onore della divinità indù che possedeva una enorme potenza di distruzione e che si chiamava Juggernaut, o semplicemente T-bolt,  I due velivoli erano pilotati dal 2nd Lieutenant Thomas E. Gomez, di  Port Arthur nel Texas, e dal 1st Lieutenant Robert K. Morrow il quale era ai comandi del P 47 a cui aveva dato nome Tennessee Rambler.

Entrambi appartenevano al 350th Fighter Group, 346th Fighter Squadron. La Guerra era ancora in corso e, per altri due mesi, le forze angloamericane sarebbero rimaste ferme sugli ultimi contrafforti della linea Gustav prima della Pianura Padana.

Durante il volo, forse a causa della scarsa visibilità, Gomez, che si trovava al di sotto dell’aereo di Morrow, improvvisamente prese a salire e, con questa manovra, andò a sbattere contro l’altro P 47.  Sappiamo che uno dei due aerei finì nell’orto delle Suore Benedettine presso via Cavour e si incastrò col muso a terra. Il 1st Lieutenant Morrow si lanciò col paracadute e sembra sia atterrato sul greto dell’Arno, salvandosi. Il 2nd Lieutenant Gomez, matricola militare 0-763162, invece morì e il suo corpo oggi riposa presso il War Cemetery and Memorial dei Falciani, al riquadro C, fila 4, tomba 11.

Il 1st Lieutenant Robert K. Morrow a bordo del suo P 47.

Il 1st Lieutenant Robert K. Morrow a bordo del suo P 47.

Di questo episodio, a Empoli, si è sempre parlato in termini, come al solito, piuttosto confusi. C’era chi, addirittura, diceva che i due aerei fossero tedeschi, altri che erano uno tedesco l’altro americano; c’era chi confondeva l’episodio con un altro avvenuto l’8 giugno 1944 con un combattimento tra Messerschimitt BF 109  della Luftwaffe e Spitfire della Royal Air Force che abbatterono tre velivoli avversari; c’era chi diceva che entrambi i piloti erano morti. Speriamo, con questo piccolo contributo, di aver fatto chiarezza su un episodio marginale, ma degno di memoria, della storia recente empolese.

 

Articoli correlati

This Post Has 2 Comments
  1. C’è il pilota di uno dei ME BF 109 sepolto ancora nel cimitero di Gambassi, mitragliato mentre scendeva a terra col paracadute. Aveva 20 anni.

  2. Esistono novizio più precise e documenti fotografici dello scontro tra Messerschmitdt e Spitfire sopra Empoli? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top