skip to Main Content

Agnolo Gaddi: Madonna col Bambino tra i santi Antonio, Caterina, Girolamo e Giovanni Battista, 1390 ca;

 


Madonna col Bambino tra i santi Antonio Abate, Caterina, Girolamo e Giovanni Battista, 1390 ca; di Agnolo Gaddi.
n° 40 Museo della Collegiata di S. Andrea, (inv. Carocci 19)

Origini e storia
Il trittico proviene dall’altare della chiesa di San Mamante in Empoli Vecchio, da cui fu trasportato per essere collocato nel museo della Collegiata nel XIX secolo. Gli studiosi sono orientati a datare l’opera attorno agli anni Novanta del Trecento, indotti dalla tipologia di esecuzione, raffinata e dotata di gamma cromatica equilibrata nella contrapposizione tra toni caldi e freddi; per gli stessi motivi ritengono di attribuirne la paternità ad Agnolo Gaddi rispetto alle precedenti attribuzioni di scuola senese prima, e al Maestro delle Madonne poi.
Agnolo Gaddi, figlio di Taddeo, fu uno dei principali esponenti della bottega di Giotto, e nell’ultimo quarto del XIV secolo ha raggiunto notevole importanza nella pittura fiorentina.

Descrizione
Trittico policromo raffigurante la Madonna con bambino (nella pala centrale) tra i Santi Antonio Abate e Caterina d’Alessandria (sulla pala a sinistra per chi guarda) e Girolamo e Giovanni Battista (sulla pala a destra per chi guarda).
Secondo l’autore Proto Pisani[1] risulta mancante della cuspide centrale, probabilmente raffigurante un Eterno Benedicente o una Crocifissione; nelle cuspidi laterali: a sinistra l’angelo annunciante, a destra la Vergine annunciata.
Nella predella (in basso, ndr) il Cristo in pietà tra la Vergine e San Giovanni Evangelista, santa Lucia e santa Barbara e due santi di difficile identificazione a causa del degrado.

 

Agnolo Gaddi trittico con madonna con bambino

Agnolo Gaddi trittico con madonna con bambino


↖ GUIDA DIGITALE DEL MUSEO DELLA COLLEGIATA S. ANDREA
↖ Catalogo di EMPOLI ARTISTICA


Note e Riferimenti:
[1] Museo della Collegiata di Sant’Andrea a Empoli –  Rosanna Caterina Proto Pisani, Edizioni Polistampa, Firenze, 2006, pag. 74;

Immagini Scattate e pubblicate nel rispetto del Decreto Legge “Franceschini” 31 maggio 2014 Art. 12 comma 3:


Bibliografia di riferimento
Empoli. Itinerari del Museo, della Collegiata e della Chiesa di Santo Stefano, R. C. Proto Pisani, collana “Biblioteca de Lo Studiolo”, Calenzano (Fi), Becocci/Scala, 2005;
Museo della Collegiata di Sant’Andrea a Empoli, R. C. Proto Pisani, collana “Piccoli Grandi Musei”, Firenze, Edizioni Polistampa, 2006;
Empoli, il Valdarno inferiore e la Valdelsa fiorentina, R. C. Proto Pisani, collana “I Luoghi della Fede”, Milano, Mondadori, 1999;
Empoli. I luoghi e tesori della storia, A. Naldi, P. Pianigiani, L. Terreni, Editori dell’Acero, Empoli 2012;
La Collegiata di Sant’Andrea a Empoli, la cultura romanica, la facciata, il restauro – Galletti, Moretti, Naldi, Edizioni dell’Erba, Fucecchio, 1991;
Chiese, cappelle, e oratori del territorio empolese, W.Siemoni, Editori dell’Acero, S. Croce sull’Arno, 1997;
Il museo della Collegiata di Sant’Andrea in Empoli, A. Paolucci, Firenze 1985
Empoli, una città e il suo territorio, W. Siemoni e M. Frati, Editori dell’Acero, Santa Croce sull’Arno, 1997;
Empoli: città e territorio. Vedute e mappe dal ‘500 al ‘900, AA.VV., Editori dell’Acero, Santa Croce sull’Arno 1998;
Il museo della Collegiata di Sant’Andrea in Empoli, A. Paolucci, Firenze 1985
Empoli: città e territorio. Vedute e mappe dal ‘500 al ‘900, AA.VV., Editori dell’Acero, Santa Croce sull’Arno 1998;


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top