skip to Main Content

“Pontormo e il suo seguito”, apertura straordinaria in ‘notturna’ Ven 28 Febb

CULTURA. Venerdì 28 febbraio 2014 dalle 21.30 alle 23.30

EMPOLI – Ultimi appuntamenti da non perdere per andare a visitare la mostra ancora in corso, Pontormo e il suo seguito nelle terre d’Empoli, che chiuderà il 2 marzo prossimo. Per chi non lo avesse ancora fatto, sarà suggestivo andare a visitare la mostra in notturna con l’apertura straordinaria di venerdì 28 febbraio dalle 21,30 alle 22,30. Alle 22 è prevista una visita guidata (minimo 15 persone, fino a un massimo di 35) con un costo di 7 euro (ingresso e visita guidata).

Proprio per la sua eccezionalità è importante prenotare entro le ore 13 di venerdì 28 febbraio telefonando allo 0571/757723 – 29; mail: cultura@comune.empoli.fi.it

Un’altra visita guidata si terrà anche il giorno seguente, sabato 1 marzo  alle 11.30,con l’associazione gli ‘Amici di Nik’, illustrata da Elisa Boldrini che racconterà le opere e la storia dei dipinti di Jacopo Carrucci. Questa iniziativa rientra nell’ambito della possibilità che il Comune di Empoli aveva offerto alle associazioni, per avere una riduzione del costo del biglietto da 6 a 3 euro a persona. Per informazioni è possibile collegarsi al link: http://www.amicidinik.tk/contents/varie2014/Pontormo%20mostra%202014 .

La sera dell’ 1 marzo  alle 21 nella chiesa di San Michele arcangelo Note di Colore – Musica per il Pontormo. Partecipano i bambini della scuola elementare Jacopo Carrucci a Pontorme e Mario Costanzi, Andrea Laschi, Claudio Duranti, Amelia, Fabio e Margherita Lissia, Antonella Natangelo. A cura di Mario Costanzi e l’associazione Suonamidite.

 La mostra “Pontormo e il suo seguito nelle terre d’Empoli” a cura di Cristina Gelli, con la direzione di Antonio Natali, è stata realizzata dal Comune di Empoli nell’ambito del programma della Città degli Uffizi e vede il coinvolgimento di diversi soggetti pubblici e privati del nostro territorio empolese.

 

La mostra resta aperta come detto sopra, fino al 2 marzo 2014: una occasione da non perdere prima della chiusura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top