skip to Main Content

Il Miracolo del Mandorlo e il SS. Crocifisso: Incisione e due disegni moderni

Esattamente cinque giorni  fu pubblicato l’articolo sulla storia del SS. Crocifisso collocato ancora oggi in Collegiata nella Cappella de’ Ricci, e proprio ieri si son ricevuti ben due lettere mail con cui due lettori inviavano due interessanti documenti in relazione.

Con la prima è pervenuta l’incisione commemorativa del Miracolo del Mandorlo avvenuto nel 1399 in un luogo denominato Val Marina, e perviene dall’archivio della Fattoria Bini di Empoli che si ringrazia per la gentilezza concessa.

Al di sotto dell’immagine vi è riportato il seguente testo:

Effigie del SS. Crocifisso che si custodisce nell’insigne Collegiata di S. Andrea di Empoli rappresentata nel atto di avere operato il pro:
digioso miracolo nel ann0 1399 quando portata processionalmente per implorare la cessazione della pestilenza, ed appoggiata:
ad un arido tronco di Mandorlo fecelo prodigiosamente fiorire alla vista dell’immenso Popolo che devotamente l’ac:
compagnava    fatta nuovamente incidere dalla Congregazione di d’ SS: Crocifisso coll’elemosina del Legato del fu
[Restaurata da Andrea e Giulio Ricci 1869]       Sig. Capitano Giuseppe Ricci di d’ Terra        Il detto Miracolo seguì in Valle Marina

p.g.c. Famiglia Bini

p.g.c. Famiglia Bini

Con la seconda son pervenuti dal ns lettore/autore Silvano Salvadori due disegni dell’artista Bruna Scali, in particolare uno raffigurante il Crocifisso e S. Andrea pescatore in riva d’Arno con Empoli, e l’altro trattasi di una “traduzione” grafica di un quadro della Cappella del SS. Crocifisso sito in Collegiata.

Disegno di Bruna Scali

Disegno di Bruna Scali

Disegno di Bruna Scali

Disegno di Bruna Scali

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top