skip to Main Content

Giuliano Lastraioli ci segnala un’opera speciale del Sugna…

Su precisa indicazione, a bòtta sicura, di Giuliano Lastraioli, siamo andati a fotografare questo bel lavoro di sgorbia di Mario Bagnoli, falegname sognatore e visionario. Il soprannome che è rimasto nella memoria degli empolesi è legato al suo mestiere: “sugna” sta per strutto di maiale, usato per far scorrere meglio le lame delle seghe.

Dirigibili affrontati, un lavoro del “Sugna”

Chi commissionò quel portone era un tale signor Dei, di professione alimentarista: il negozio era proprio sotto casa, in via IV Novembre, alle Cascine. Appassionato dei viaggi e delle spedizioni polari, con una fissa speciale per il Generale Nobile, si era guadagnato il soprannome di “Norge”. E sotto i due dirigibili c’è proprio quel nome, che ancora resta, ignorato ai più (ma non al nostro Giuliano), a mentenere memoria del sig. Dei.
Che era parente, anzi cugino, del celebre Umberto Dei, emigrato a Milano negli anni ’20. Lui aveva la passione per le biciclette, e creò la famosa azienda che porta il suo nome.
La famiglia Dei era originaria di Montrappoli – Molin Novo, e decisamente non amavano lo stare fermi. O con la passione e la fantasia, o sulle due ruote: via, a spasso per il mondo!

Articoli correlati

This Post Has One Comment
  1. Tra l’altro le biciclette Dei sembra che siano state fra le migliori biciclette da passeggio. La Dei era la Rolls Royce delle bici del tempo(Mazzino docet).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top