Incontro “Dalla Toscana all’Italia unita attraverso la posta” presentato da Alessandro Papanti – Recensione di Carlo Pagliai

Pubblicità

Carlo Pagliai –
Eravamo presenti all’incontro “Dalla Toscana all’Italia unita attraverso la posta” tenutosi venerdì 25 gennaio dalle 17 nella sede dell’Archivio Storico di Empoli, relazionava Alessandro Papanti*.
Fin da subito la presentazione è stata chiara e ben comprensibile anche per i non esperti del settore, lineare e interessante allo stesso tempo.
In estrema sintesi è stata proiettata una nutrita serie di francobolli in ordine cronologico, focalizzando molto il periodo cruciale dell’annessione del Granducato di Toscana al nascente Regno d’Italia.
Tale presentazione ha esposto esaustivamente le evoluzioni grafiche e tecniche dei francobolli utilizzati in Toscana, il loro trattamento ai fini di spedizione postale (timbrature) e i costi di acquisto.

Contemporaneamente sono stati illustrati alcuni aspetti relativi alla spedizione della corrispondenza postale mediante l’allora nuova Strada Ferrata, la sua organizzazione e quella che oggi definiremmo la logistica. Lo scrivente è rimasto molto interessato soprattutto sul punto relativo ai rapporti convenzionali tra le diverse istituzioni postali vigenti negli Stati preunitari, ma anche dalla conclusionale comparazione dei costi postali vigenti in quel periodo con quelli attuali.

Pubblicità

*Presidente della Associazione per lo Studio della Storia Postale Toscana.

20130125_181547

 

Pubblicità

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento