Quiz empolese n° 2 – Ex vespasiano

Quiz empolese n° 2 – Ex vespasiano

Era un vecchio vespasiano, probabilmente realizzato durante l'epoca littoriana. Indovinate dove l'ho fotografato. Anche questa è facilina....  

Claudio Biscarini: Vennero da molto lontano

Claudio Biscarini: Vennero da molto lontano

  Spesso, avvicinandosi le date della liberazione dei vari paesi e città d'Italia, ci sono contrasti su coloro che effettivamente scacciarono le truppe tedesche dai centri abitati. Nella vulgata tradizionale…

Il Culo e le Quarant’ore

Il Culo e le Quarant’ore

Riporto un vecchio aneddoto empolese, forse diceria, forse e probabilmente accaduto, e che nel tempo si è tramandato con un detto empolese noto come "Che c'entra il culo con le quarant'ore?".
Scorcio da Via S. Francesco

Scorcio da Via S. Francesco

Una foto da sola può far tornare in mente molti ricordi. E chissà quanti ricordi risveglia questa immagine scattata da via S. Francesco verso l'entrata del vicolo della gendarmeria, ove…

Claudio Biscarini: Tenendo fede a una promessa

Claudio Biscarini: Tenendo fede a una promessa

Sul numero 19 dell'ottobre 1992 del Segno di Empoli,[1] avevo commemorato il ritrovamento in Russia della salma dell'ufficiale degli Alpini Alberto Ficini. Concludevo quel breve intervento con queste parole: Abbiamo…

Claudio Biscarini: Bombs away!

Claudio Biscarini: Bombs away!

I bombardamenti aerei sulla Toscana (1943-1945) Preludio Già poco tempo dopo che Mussolini aveva dichiarato guerra a Francia e Inghilterra, con il famoso discorso del 10 giugno 1940, aerei nemici presero…

Casa natale di Ferruccio Busoni…due foto inedite.

Casa natale di Ferruccio Busoni…due foto inedite.

La cartoleria sita in Piazza della Vittoria, al piano terra dell'edificio casa natale di Ferruccio Busoni ci ha concesso la cortesia di pubblicare due foto d'epoca inedite, veramente particolari. In…

“Doc” Roberto Taviani: Fantasma in Via Paladini

“Doc” Roberto Taviani: Fantasma in Via Paladini

quando facevo le notti in chirurgia, avevamo in “uso” una camera in una delle parti più tetre dell’Ospedale di Via Paladini…a parte l’obitorio. Però tutto l’ospedale non si può dire che fosse una struttura che disponeva alla gioia.