skip to Main Content

Empoli MMXII, anno del Corbello – di Carlo Pagliai

Il 2012 ad Empoli sarà ricordato dagli empolesi (e non) come l’anno del Corbello per le comminate “corbellerie”, alcune non capite, alcune fraintese; molte di esse sono state vere novità, alcune assai singolari e alcune grottesche, lasciando a bocca aperta una bella fetta di abitanti e di “city users “.
Limitandosi ad una brevissima carrellata:

POLITICA: ci sono stati due scossoni, se cosi possono essere definiti: la Giunta ha subito due sostituzioni, più o meno improvvise e avvolte da polemiche dense di accuse e acidità, ovvero le dimissioni dell’Ass. Cav. Torrigiani per i quali ancora oggi la vicenda $$$ non è conclusa o chiarita, e la fuoriuscita dell’Ass. Fiore assieme al suo partito IdV dalla Maggioranza, relativa.

Ma adesso viene il bello delle novità:  TRAFFICO, TRASPORTI E CITTA’

PISTA CICLABILE: (attenzione al sarcasmo) 
Al di là delle scelte decisionali della Politica locale, legittimamente eletta e quindi autorizzata a fare come ritiene opportuno, l’attenzione va alla neonata pista ciclabile, indigesta e indigerita a tutti, perfino da Firenze e Pisa ci prendono per i fondelli per essa. Apparsa quasi magicamente in un assolato mese di Luglio, è riuscita miracolosamente a compattare tutti gli empolesi in un unisono grido di opposizione. Quello che personalmente mi lasciò sbigottito fu la scelta degli elementi separatori, le famigerate “ova”, sulle quali la satira empolese esplose e raggiunse livelli degni dell’Empoliere. Ci fu anche il rimaneggiamento del tratto tra il Bar Cristallo e la Piazza dei Denti, che in prima versione era sul lato sinistro rispetto a tutto il restante tratto sulla destra, rammentate l’inversione di corsia ? Poi qualcuno si accorse dalla esplosiva furiosa “satira” che stava incendiando ogni blog, social forum e giornali, che la Ciclabile finiva senza senso contro uno degli alberi superstiti alla Cementata Rota.

CARTELLONI ELETTRONICI:
Utili, utilissimi, indispensabili elementi per la circolazione veicolare ad Empoli, sempre pronti a rammentare l’uso delle cintura di sicurezza, di moderare la velocità  e, come in un immagine pubblicata dal Blog del Movimento 5 Stelle che inserisco, a ricordarci il rischio ghiaccio sulle strade mentre il 28 dicembre era 16 °C.

FIORIERE, PANCHE E CICLISTI APPIEDATI:
Me ne stavo per dimenticare. Comparvero verso Marzo 2012 in un Centro Storico ormai anchilosato, e se non vado errato nello stesso periodo il Comune ebbe la (pessima) idea di interdire il Giro d’Empoli al traffico ciclabile, quando in controtendenza in tutto il mondo si può andare in bici perfino sotto ogni monumento eccellente.
Una buona parte degli empolesi ciclo-dotati si infuriò, e in neppure una settimana il provvedimento divenne un ricordo.

NOTE CONCLUSIONALI.
Che dire. C’è poco da dire. Di fronte a ciò il 2012 non passerà agli annali come année ennuyeuses.
Poffarbacco !! Dimenticavo di dire che qualcosa di positivo c’è stato, va detto.
Da pochi giorni è entrato in servizio completo il nuovo Ponte “binato” De Gasperi, e a primavera è tornata a far sentire i rintocchi la campana del Convento di S. Agostino, visibile da Via di S. Stefano (degli Agostiniani, ndr).

fghfdghhfhggfh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top