skip to Main Content

Carlo Pagliai: facciate crivellate dai bombardamenti

Empoli fu bombardata dagli Alleati durante il II° conflitto mondiale, ma usando un linguaggio moderno, nel complesso furono allora operazioni “chirurgiche”, per fortuna degli abitanti. Diverse furono le operazioni aeree degli Alleati mirate a distruggere il ponte vecchio di epoca leopoldina, e ancora oggi sono visibili alcuni segni di tali azioni.
In questa foto si vedono bene i segni delle schegge esplosive lasciati sull’intonaco della facciata. L’edificio è sito in Piazza Guido Guerra già Piaggione, più o meno a metà strada tra l’incrocio del Piaggione e l’attuale Pasticceria La Perla.
Si presenta con molti segni e crivellamenti, viene da domandarsi se siano tutti imputabili ad esplosioni di ordigni o derivanti da proiettili da mitragliatrice.
Ce ne sono altri due edifici che presentano ancora le ferite di guerra sugli intonaci. Tra l’altro da Architetto rilevo che sono intonaci che hanno resistito all’intemperie ben oltre settant’anni e ancora oggi non stanno malaccio.
Un edificio è sito in Piazza Gramsci già XXVIII Ottobre, lato est; l’altro è sito all’incrocio tra Via De Amicis e Via Fucini.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top