skip to Main Content

Un possedimento degli Alessandri in Via Lavagnini – di Carlo Pagliai

Rimandando la trattazione sui possedimenti della nobile famiglia degli Alessandri siti nel Castello di Empoli, poniamo l’attenzione ad uno solo di questi.

La foto è tratta dall’ancora “fresco” fotopiano effettuato ieri 23/03/2013 assieme al Fiumalbi nel Centro di Empoli all’altezza del civico 37 di Via Spartaco Lavagnini già Via dei Martiri e prima ancora Via del Giglio.
Lo sporto del civico 37 è sovrastato dallo stemma della suddetta famiglia, e tutto sommato non è in cattive condizioni, magari l’ultimo intervento poteva essere effettuato con maggior rigore restaurativo.

Secondo la Decima granducale 1776 proprio in questo edificio vi erano ancora censiti immobili di proprietà Alessandri, in appoggio alle <<mura vecchie>>; questa dizione rafforza la non infondata ipotesi che in questo edificio sia stato costruito utilizzando, o peggio ancora, alterando pesantemente i pochi resti della penultima cerchia muraria. La prova provata è data dal fatto che proprio alle spalle di questa veduta c’è il cancello d’ingresso alla Fattoria dell’ex Spedale de’ Nocenti, e che nella mappa leopoldina 1820 vi era proprio in questo punto vi era la vecchia Porta al Noce detta anche nella suddetta Decima, dalle Imposizioni del ‘700 e da alcuni protostorici la “Torre degli Alessandri”, erroneamente identificata in una pubblicazione[1] con una vicinissima casa-torre fotografata in un mio altro articolo.

Detto ciò, rammento che negli anni Novanta qui era in attività una gelateria molto frequentata, e se non vado errato l’aprì a fine anni Ottanta un signore di cui ricordo il nome, Carmelo; moro, sempre col sorriso e con la pazienza di aspettare l’indecisione sui gusti degli avventori. Rammento bene che quando aprì a fine anni ’80 il suo fondo era limitato solo allo sporto al civico 37, poi il’immediato successo lo portò felicemente ad ampliarsi anche sullo sporto a destra del civico 39.

[1] pagg. 43-44 di “Empoli – Una città e il suo territorio”, AA.VV, Editori dell’Acero, 1997

_DSC1307

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top